Il progetto

Dall'idea guida al Piano di Distretto

La Valle dell’Adda vuole proporsi come territorio ideale per la qualità della vita dove il benessere non si limita alle condizioni materiali ma allo sviluppo armonico della persona: grande attenzione alla crescita culturale, al benessere fisico legato allo stile di vita, alla qualità dell’alimentazione e alla qualità dell’ambiente.

L’obiettivo strategico comune

Le imprese aderenti al distretto rurale riconoscono che il sistema produttivo che si trova lungo la valle dell’Adda ha la necessità di porre l’accento sull’innovazione organizzativa, tecnologica e di governance del sistema economico locale, al fine di migliorare le capacità dei membri di produrre e collocare i propri beni e servizi secondo nuove idee e percorsi.
Le imprese intendono pertanto attivare collaborazioni finalizzate ad accrescere, come singola impresa e come gruppo di imprenditori, la propria competitività sul mercato e la propria capacità innovativa.
L’obiettivo strategico comune è quello di sviluppare la propria capacità produttiva grazie al miglioramento delle performance ambientali, considerate come fattore strategico per la competizione nei mercati, di tutte le imprese partner.
Le performance ambientali riguardano la diminuzione delle emissioni inquinanti, la cura del territorio, il risparmio e l’efficienza in materia energetica, il miglioramento della qualità della vita in termini non solo di benessere materiale ma di sviluppo armonico della persona con una grande attenzione alla crescita culturale, allo stile di vita, alla qualità dell’alimentazione e alla qualità dell’ambiente in cui si vive.
Tali performance saranno raggiunte attraverso l’acquisizione di modelli organizzativi, l’introduzione e l’uso di strumenti tecnologici, la comunicazione e l’adozione di strumenti di commercializzazione.
Questo obiettivo comune è stato declinato in obiettivi specifici, ambiti di intervento e vere e proprie azioni all’interno del Piano di Distretto.

Gli obiettivi specifici

ob_specifici02

Gli ambiti di intervento

La sostenibilità ambientale è individuata come elemento strategico per la crescita competitiva dell’agricoltura e di tutte le aziende, anche quelle extra agricole, del distretto. Questo principio ha orientato la scelta degli ambiti di innovazione dentro i quali sviluppare le azioni del distretto che non nascono da un mero approccio ideologico svincolato dal mercato ma vogliono essere attuate in una prospettiva concreta di sviluppo economico così come previsto dall’Agenda europea 2020. Potremmo dire che la prospettiva delle azioni è una prospettiva “smart” capace di innovarsi, coniugare crescita e sostenibilità.

ambiti

Il Piano di Distretto

Il piano di distretto comprende:

L’insieme dei progetti presentati all’interno del distretto e che sono in linea con l’obiettivo strategico della rete. Ogni progetto viene declinato in: obiettivi specifici, composizione del partenariato, azioni di dettaglio, budget previsionale, risorse disponibili, metodo e modalità di cofinanziamento, risultati attesi e modalità per la misurazione dei risultati. I progetti possano riguardare l’intera rete o sotto-insiemi di imprese o singoli componenti della rete.

Il piano di distretto è attualmente in corso di stesura e verrà pubblicato appena possibile.